Quali sono i diversi tipi di stock?

I diversi tipi di stock
15 Ottobre, 2020

Che tipo di stock ci sono in un magazzino? In questo post conosceremo i diversi tipi di stock a seconda di due classificazioni: il criterio funzionale e il criterio operativo. Vale a dire, un certo stock, inteso come l'insieme delle merci o dei prodotti immagazzinati in attesa di vendita, può essere di più di un tipo. Il controllo dello stock è essenziale in un magazzino per creare un equilibrio tra ciò che produciamo o acquistiamo dai nostri fornitori e ciò che forniamo ai nostri clienti. Bisogna inoltre essere consapevoli dello spazio disponibile nel magazzino e della quantità di merce che può essere alloggiata in sistemi di stocaggio come quelli messi a disposizione da Ractem. Di seguito, esamineremo le classificazioni più comuni per lo stock di magazzino:

  • Criterio funzionale: a seconda della funzione della merce.
  • Criterio operativo: in funzione della gestione effettuata con loro nel magazzino.

 

Tipi di stock secondo la loro funzione

  • Stock di ciclo

Questo è lo stock che abbiamo a disposizione per soddisfare la normale domanda dei nostri clienti in circostanze normali, senza tener conto di eventi straordinari o imprevisti.

  • Stock di sicurezza

Una piccola parte dello stock dovrebbe essere destinata a soddisfare richieste che non possono essere anticipate, come ad esempio un picco di domanda inaspettato, la perdita di merce o un ritardo con i fornitori. L'utilizzo di questo stock di sicurezza significa che non si producono le cosiddette "rotture di stock" e che lo stock del ciclo rimane intatto.

  • Stock stagionale

Ogni azienda conosce bene i prodotti stagionali che ha in magazzino e i periodi dell'anno in cui vende di più. Un esempio molto chiaro potrebbe essere dato dagli accessori, con uno stock prevedibilmente più ampio di occhiali da sole e berretti in estate e cappelli e sciarpe in inverno. Possono anche rispondere a un giorno particolare, come il Book Day, o a una stagione, come il " Black Friday ".

  • Stock in transito

Questo tipo di stock è il risultato di una speculazione, ovvero l'acquisto di una quantità di merce maggiore di quella necessaria a coprire la domanda in previsione di una variazione al rialzo dei prezzi (da parte dei fornitori o in vendita). Ad esempio, quando abbiamo ragione di credere che la domanda di quel bene aumenterà e, con essa, i suoi prezzi. Ma anche quando i fornitori fanno un'offerta e noi acquistiamo più del necessario o quando sappiamo che aumenteranno i prezzi e influenzeranno il nostro prossimo acquisto.

  • Stock inactivo

Lo stock inattivo o morto si riferisce a beni divenuti obsoleti e che non possono più essere commercializzati. La modifica delle normative, ad esempio, può comportare l'inattività di centinaia di prodotti.

  • Stock di recupero

Questo tipo di stock si riferisce ad articoli usati o di seconda mano che ritornano in un magazzino per essere distribuiti nuovamente o riutilizzati. Per visualizzarlo più facilmente, possiamo immaginare che permette di recuperare parti del prodotto come le bottiglie di vetro.

 

Tipi di stock secondo la loro gestione

  • Stock ottimale

Lo stock ottimale è calcolato in modo da avere la quantità più esatta possibile per soddisfare la domanda dei clienti in circostanze normali. Questo equilibrio "ottimale" della merce sarà anche quello che ci darà la massima redditività.

  • Stock fisico

Lo stock fisico è la quantità di articolo disponibile in magazzino in un determinato momento.

  • Stock netto

È lo stock fisico meno la domanda insoddisfatta. Se la domanda di prodotti è superiore allo stock fisico, lo stock netto può essere negativo.

  • Stock disponibile

Rappresenta lo stock netto più gli ordini dei fornitori che non sono ancora arrivati in magazzino.

Invio GRATIS a partire da 250 €
Pagamento 100% sicuro
Consegna in 5-7 giorni
+39 02 2180 6759

Lun. - Gio. 9 - 17:30 ore | Ven. 9 - 16 ore

Menú pie de página italiano

Invio GRATIS a partire da 250 €
Pagamento 100% sicuro
Consegna in 5-7 giorni